Quanti modelli di ferro da stiro possiamo trovare?

Sostanzialmente a prescindere dal modello specifico e quindi anche dal brand o dal costo, le componenti del ferro da stiro sono sempre simili: abbiamo una camera di vaporizzazione, una caldaia oppure un serbatoio dell’acqua. La caldaia in alcuni modelli è incorporata al ferro da stiro, e in altri invece è sostanzialmente una componente esterna. Poi troviamo una piastra, che è l’elemento che di base identifica in buona sostanza un ferro da stiro, in quanto è la piastra stessa che andremo a passare direttamente sui vestiti. La piastra quindi può essere realizzata in materiali diversi e può anche avere forme diverse a seconda del modello e dell’uso che vogliamo farne. Le forme della piastra vanno ad influenzare il tipo di stiratura che si può ottenere, più o meno precisa. Sulla piastra troviamo presenti anche i fori attraverso i quali viene emesso il vapore e sono posizionati spesso sulla punta, ma non è sempre così. L’ultimo componente è chiaramente il manico del ferro da stiro, da non sottovalutare assolutamente perché ci permette un’impugnatura più o meno ergonomica a seconda dei nostri bisogni.

Solitamente si tende a dividere di default tutti i ferri da stiro in due grandi tipologie di base: quindi abbiamo quelli che hanno il serbatoio incorporato e interno che sono anche i più piccoli, e quelli che invece hanno una caldaia esterna, spesso di grandi dimensioni ma effettivamente i più funzionali. Nel momento in cui si deve scegliere e acquistare un ferro da stiro nuovo, di sicuro la prima cosa da fare quindi è quella di considerare quale delle due tipologie possa fare più al caso nostro in base al nostro bisogno. I modelli che abbiamo elencato si differenziano in buona sostanza per diversi aspetti specifici al di là della potenza e anche del brand più o meno garantito.

Se di solito abbiamo molti vestiti da stirare di sicuro la portata del serbatoio è uno degli aspetti da prendere in considerazione con più precisione, quindi si può dire che una caldaia interna ha una capienza che è di base davvero inferiore rispetto ai ferri che hanno un caldaia esterna. La caldaia interna infatti riuscire a contenere da un minimo di 130 ml fino ad un massimo di 600 ml d’acqua. Le caldaie esterne sono pensate per contenere molta più acqua e quindi per permetterci di stirare molti più capi con un solo ricambio.