RGV Vs Ariete: duello fra le migliori grattugie elettriche professionali, pro e contro

Se si parla di grattugie elettriche professionali, brand come RGV e Ariete non hanno bisogno di presentazioni. Mettiamole a confronto per scoprirne pregi e difetti. Le grattugie elettriche RGV sfoggiano design di quattro diversi colori, che si sposano a linee eleganti e massima efficienza. Funzionalità ed estetica si fondono in questi modelli dal design raffinato e gradevole. In più, una potenza che arriva a 370 watt, fra le più alte della categoria, si esprime in una funzionalità sorprendente nel trattare ogni tipo di alimento, non solo formaggio, a ritmi estremamente rapidi e duraturi, senza interruzioni dovute al rischio di surriscaldamento del macchinario. Niente di tutto ciò. Le grattugie RGV, il cui motore va alimentato ad almeno 220 Volt, si alimentano a filo per una funzionalità piena e longeva, una caratteristica che rende queste macchine fra le più competitive sul mercato di genere per prestazioni e resistenza. Il prezzo da pagare sta nei consumi, superiori alla media, ma RGV sa come farsi perdonare con funzionalità inedite e di rara efficienza.

Tutto ciò che si può desiderare in una grattugia lo si può trovare in questi modelli avanzati e professionali, strutturati anche in chiave di sicurezza e salvaguardia a tutto vantaggio dell’utente che può beneficiare anche della sua semplicità d’uso. Il bottone dello start è comodamente accessibile dalla base, parimenti al tasto di security system che si attiva da una levetta collocata nella parte superiore. Ottima anche la capienza che permette la lavorazione di grossi quantitativi di alimenti, non ultimo il cioccolato che si grattugia finemente anche in blocchi grandi e consistenti, grazie alla qualità del rullo grattugia in acciaio con fori di dimensioni appropriate per scaglie uniformi. Fra gli altri ingredienti facilmente grattugiabili con questi modelli made in Italy troviamo anche le noci, le mandorle e il pane secco.

La ciotola, fra le più capienti in circolazione, è interamente realizzata in acciaio ed è dotata di coperchio ermetico. Facile la pulizia dei rulli e della tramoggia che però resta fissa e va semplicemente nettata con un panno umido dopo ogni utilizzo. Gli fa da contraltare un altro colosso nel campo degli elettrodomestici per la cucina, ossia Ariete, le cui grattugie elettriche a batterie ricaricabili da 2,7 Volt abbinano un design piacevole e salvaspazio al meglio del brand in fatto di funzionalità. L’unico difetto è il tempo di ricarica, ben 16 ore.